Come disinfettiamo i nostri cosmetici ??? ♥

16 Nov

Ciao ciao ragazze, ultimamente il mio lavoro da make up artist free lance ha cominciato a prendere piede sempre di più e sono diventata una fanatica dell’igiene sul lavoro…..

Detto questo, capirete che è molto importante, ancora prima del talento, mettere in primo piano l’assolutta igiene dei nostri strumenti di lavoro che sono i make up 😀

Per una free lance come me, che è all’inizio e che deve ancora fare tanta strada, non è molto facile destreggiarsi fra tanti prodotti disinfettanti specifici per i make up che però hanno dei prezzi a volte esorbitanti…..pensate che se cominciate il lavoro da make up artist, non dovete aspettarvi dei veri guadagni per almeno il primo anno…..ooopsss…a meno che qualcuna non sia abbastanza fortunata da essere raccomandata ed entrare in pane ancora prima di finire un corso di make up 😀 ♥….

Le spese ci sono per tutte le ragazze e ragazzi che fanno i make up artists come free lance e per farsi strada non puoi ovviamente acquistare trucchi essence, siamo seri, ma devi cmq acquistare dei prodotti che sono già affermati e collaudati, altrimenti c’è il rischio di perdere clientela…

In fine, usate prodotti cosmetici di alta gamma e state ben attente a come disinfettate i trucchi che poi andrete ad usare sulle vostre clienti.

Dovete fare un servizio make up di lusso cercando cmq di contenere i costi……hmmmm…. non spaventatevi…..per fortuna oggi siamo in condizioni di trovare ottimi prodotti a prezzi bilanciati……

nei miei ultimi video ho condiviso con voi alcuni piccoli segreti del mestiere per quanto riguarda la pulizia/disinfettante dei pennelli e dei rossetti…..

Troverete tutto nei video seguenti….

Poi vi aggiungo un articolo molto ben fatto sugli disinfettanti in generale: un articolo che ho trovato qui e lo letto tuttoooooo dall’inizio ala fine: http://www.cosini.org/disinfettare__alcool.html

Disinfettare = Alcool

L’ alcool, sia denaturato che etilico, è stato per molte decine di anni il Disinfettante con la D maiuscola, ma questo è uno dei grandi miti da sfatare. Il potere disinfettante dell’alcool è praticamente inesistente.

Unica cosa: è un potente sgrassante (quindi asporta il grasso che fa da terreno di coltura) e un discreto disidratante quando è ad alta gradazione (quindi toglie l’acqua che contribuisce alla crescita dei batteri ).
Occore fare un pò di chiarezza in merito.

Dal punto di vista biologico ma anche medico, i disinfettanti sono sostanze per la distruzione di microrganismi.

Vediamo ora come possono essere classificati:

CLASSIFICAZIONE SECONDO GLI ORGANISMI BERSAGLIO

Si tratta di una delle classificazioni più comuni ed è quella che distingue i disinfettanti a seconda degli organismi bersaglio: risultano pertanto le seguenti denominazioni:

• Battericidi (se il prodotto uccide i batteri)
• Fungicidi (se il prodotto uccide funghi,miceti)
• Virucidi (se il prodotto uccide o rende inattivi i virus polio,epatite, adenovirus)
• Sporicidi (se il prodotto uccide le spore batteriche)

Queste definizioni possono essere completate in etichetta con una serie di ulteriori precisazioni per caratteri specifici (ad esempio su quali virus o batteri sono stati testati ).

CLASSIFICAZIONE SECONDO I SUBSTRATI TRATTATI

Si tratta di una classificazione riguardo l’uso di destinazione:

• Disinfezione della pelle sana
• Disinfezione di superfici (pavimenti, pareti, contenitori)
• Disinfezione dei tessili
• Disinfezione di acqua potabile
• Disinfezione di strumenti (medicali, chirurgici)

Vediamo ora quali preparati utilizzare per le necessità di disinfezione:

Disinfezione delle mani:

Si usano nella maggior parte dei casi soluzioni acquose di composti iodati (Betadine chirurgico) o clorexidina gluconato su cute già umida frizionando per 2-3 minuti e usando uno spazzolino per la pulizia particolareggiata delle unghie. Ripetere quindi l’operazione una seconda volta dopo risciacquo. Sciacquare e asciugare con panno pulito o meglio sterile.
Disinfezione della cute:

Per iniezioni sottocutanee e intramuscolari: alcoli da soli o in soluzioni composte con basi di ammonio quaternario (alcol denaturato al 70%, citrosil alcolico, Bialcol, ecc.)

Per iniezioni endovenose o prelievi di sangue: alcoli in soluzioni con basi di ammonio quaternario (Citrosil alcolico, Desogen tintura, ecc.), clorexidina gluconato in soluzione alcolica.

Per ferite infette: si usano per lo più soluzioni acquose di composti dello iodio (Betadine soluzione), composti del cloro (Euclorina 0,5% in acqua, Amuchina 5% in acqua), clorexidina e basi di ammonio quaternario, acqua ossigenata 10 vol, mercurocromo 2% in acqua (quest’ultimo presenta però un effetto fortemente essiccante).
Disinfezione di materiale in gomma e in plastica:

Occorre lavare in acqua corrente e detergere con spazzola morbida con soluzioni acquose di basi di ammonio quaternario e clorexidina o soluzioni acquose di composti iodati indi risciacquare e lasciare immerso il materiale in recipiente coperto per 20 minuti in una delle soluzioni. La soluzione con acquosa di composti iodati è particolarmente indicata quando si sospetta la presenza di Mycobacterium tuberculosis.

Disinfezione delle mucose:

Per cateterismo vescicale: soluzioni acquose di composti dello iodio (Betadine chirurgico), composti del cloro (Euclorina 0,5%, Amuchina 5%), clorexidina e basi di ammonio quaternario.

piaghe da decubito e ulcere cutanee: Amuchina 5%, Betadine soluzione, acqua ossigenata a 10 vol

ustioni: Amuchina, Betadine soluzione, clorexidina gluconato in soluzione acquosa.

Disinfezione ambientale:

pavimenti, pareti, arredi: pulizia preliminare a umido, con scopa e/o con aspiravolvere, disinfezione con stracci o spugne imbevute in soluzioni acquose di aldeide formica al 5% ( Lisoformio ), soluzioni iodate, sali di ammonio e clorexidina. Sciacquare spesso in acqua gli stracci impiegati.

lavelli, servizi igienici: dopo accurata pulizia con polveri abrasive comuni versare nello scarico e lasciare agire disinfettanti tipo aldeide formica o sodio ipoclorito al 5%.

Occorre segnalare che il sodio ipoclorito al 10% agisce in 10 minuti sul virus HIV.

//

//

//

//

//

//

Link

Tutti gli INCI del mondo :D

5 Mag

Tutti gli INCI del mondo 😀

Ciao ciao ragazze oggi parte la raccolta degli INCI in giro per l’Italia e per il mondo. Se avete dei prodotti di trucco o skincare preferiti o meno inviate anche voi l’INCI di tali prodottini in modo da fare una bella raccolta utile per le nostre amiche :D….muaaaaah ♥ inviate i vosti INCI scannerizzati a  makeupveroefalso@gmail.com

Chanel Lift Lumiere – fondotinta

7 Ott

Fondotinta Lift lumiere, come si presenta dopo un paio di ore dall’applicazione?

è un fondotinta per pelli mature, e le pelli mature sono sempre considerate anche più secche, ma non tutte sono così……

esistono pelli mature ma comunque grasse…..allora visto che i fondotinta lifting sono generalizzati per pelli mature e secche….

cosa devono usare le pelli mature e grasse?

Soleil Tan de chanel…..il bronzer per eccellenza?

7 Ott

 

 

 

 

Il bronzer che tutte vogliono 😀 ed hanno ragione…….è ottimo purchè costoso (37 euro), comunque considerando che il natural bronzer della rimmel si aggira sui 10 euro si può benissimo sostituirlo al bronzer di chanel in quanto sono tutti e due ottimi per le carnaggioni bianche…. le pelli olivastre non hanno bisogno di questi bronzer 😀 ♥